cose da saperedocumentilocationNews

Sposarsi con rito civile sulla spiaggia: qual è la procedura da seguire?

Qualche giorno fa ho chiesto nel mio gruppo facebook di parlarmi di dubbi, domande, curiosità o incertezze nei confronti delle cerimonie civili e simboliche. Un sistema molto efficace per assicurarmi che i miei articoli qui sul blog rispondano veramente alle reali esigenze di chi sta organizzando la sua cerimonia.

A volte a noi professionisti del settore alcuni argomenti possono sembrare chiari e ampiamente dibattuti, ma così non è per gli sposi. Quindi trovo che questa collaborazione sia estremamente utile.

Alla mia domanda ha risposto Valentina, che ha proposto un quesito molto interessante:

Procedura precisa per fare il matrimonio civile in spiaggia. Da dove si inizia? Si sceglie prima la data, prima il comune o prima la location? Confusione totale 😰😰😰

Una bellissima domanda, un dubbio che è condiviso da molti. Valentina ha avuto il coraggio di farsi avanti e di esprimere la sua richiesta. È andata diritto alla fonte, rivolgendosi a me che celebro cerimonie di mestiere, senza cercare invano sui forum per spose o chiedere a qualche amica meno informata di lei.

Brava Valentina!

Ed eccomi qui a rispondere a questo dubbio. L’argomento è molto delicato, quindi se vuoi sapere come fare a sposarti in spiaggia, togli di mezzo tutte le distrazioni, chiudi facebook e silenzia il cellulare, perché non puoi perdere nessun passaggio.

Procedura per fare il rito civile in spiaggia: una premessa FONDAMENTALE

Cominciamo subito con il dire che su questo tema c’è un equivoco grosso come una casa.

E cioè che sei TU a dover ottenere l’autorizzazione per il matrimonio in spiaggia.

Questa voce, completamente infondata, viene messa in giro da persone poco esperte o da persone che hanno interessi contrari ai tuoi. Per esempio i titolari della location oppure alcuni celebranti (o presunti tali).

Ti ritrovi in una situazione in cui la responsabilità di ottenere i permessi ricade su di te.

Quindi annaspi cercando ovunque un modulo da compilare, una persona da contattare, un ufficio dove recarti. Passano i giorni e sei sempre più confusa, non riesci a trovare il bandolo della matassa. Nella tua testa c’è solo un miscuglio di pensieri e desideri ingarbugliati.

Ma NON funziona così.

Ti hanno detto male.

I motivi sono di solito due.

  • O si tratta di persone in buona fede, che sono male informate e parlano solo per sentito dire senza avere reali competenze in materia.
  • O, più frequente, sono persone in mala fede, che vogliono farti acquistare qualcosa per farti trovare davanti al fatto compiuto. Tipicamente si tratta della location.

Se tu hai prenotato quella sala ricevimenti pensando che poi avresti potuto celebrare lì il tuo rito civile in spiaggia, con ogni probabilità non annullerai il contratto (anche perché dovresti pagare una penale) una volta che avrai scoperto che il rito civile non si può fare.

Il commerciale della location si limiterà a dire che “vi siete capiti male” e tu dovrai cambiare il tuo progetto di matrimonio.

Ecco le sciocchezze che ti dicono!

Voglio farti proprio un elenco delle frasi che potresti aver sentito e che potrebbero mandarti fuori strada, spero che quando le sentirai ti suonerà nella testa un campanello d’allarme.

1) Dopo aver prenotato la location devi andare in comune a chiedere l’autorizzazione

Non è vero. È la location che deve essere autorizzata. O lo è, o non lo è. O è casa comunale o non lo è. E se NON lo è, tu non puoi farci proprio NIENTE.

2) Se ti rivolgi a delle agenzie specializzate, loro hanno l’autorizzazione a celebrare con delega

Non è vero. Non esistono agenzie che hanno permessi speciali. La legge è uguale per tutti.

3) Devi scegliere un celebrante con l’autorizzazione

Non è vero. In altri stati ci sono delle categorie di celebranti autorizzati, in Italia non è così. Non esiste un albo dei celebranti. Le regole sono diverse.

4) Mi porti i registri e io ti celebro il matrimonio

Non è vero. Se la location non è autorizzata il comune NON PUÒ dare i registri al primo che passa! Non è responsabilità tua portare i registri.

5) Ho un’amica/o in comune che mi dà i registri

Non è vero. Oppure sì, ma è una situazione che dovresti fuggire come la peste, perché praticamente ti sta proponendo di compiere un REATO. E poi nei guai ci finisci tu.

Procedura per fare il rito civile in spiaggia: step by step

Insomma, dovresti aver capito che non ti puoi fidare!

Lo so cosa stai pensando: “E allora, come faccio?”

Ecco perché ora ti mostrerò una procedura alternativa, molto più efficace e che non ti farà cadere nelle grinfie dei pasticcioni o dei truffatori.

1) Fai mente locale, in quale zona vuoi sposarti?

La cosa più facile sarebbe ampliare la tua ricerca a tutta l’Italia, ma suppongo che ci sia un’area di riferimento che devi prendere in considerazione per le tue nozze. Quindi pensaci un attimo, confrontati con la persona che stai per sposare, valuta le distanze.

2) Studia la zona

Diciamo che tu abiti a Bari (ti faccio l’esempio della mia zona, ma vale per tutte le coste italiane). E vuoi che i tuoi invitati facciano non più di un’ora di macchina per venire al tuo matrimonio. E diciamo pure che la costa che ti piace di più è quella sud.

Vai su google maps e studia la zona di riferimento. Ne verrà fuori che il tuo matrimonio dovrebbe idealmente avvenire in un tratto di costa tra Bari e Specchiolla.

3) Fai il censimento dei comuni

In questa zona ci sono diversi paesi. Scrivili e fai una rapida ricerca su google per depennare dalla lista tutti quelli che non fanno comune a sè, ma che sono per esempio delle frazioni.

4) Controlla i comuni sul web

Come prima ricerca, vai sul sito di ogni comune della tua lista e cerca se ci sono informazioni sulle location autorizzate. Potresti avere fortuna, ma spesso questi siti sono fatti malissimo e non ci sono tutte le indicazioni.

5) Telefona ai comuni

Fai una telefonata all’ufficio stato civile (anche se hai trovato informazioni su internet) di OGNI comune nella lista e fai all’addetto queste domande:

  • Ci sono delle location autorizzate per la celebrazione del rito civile?
  • Queste autorizzazioni sono in scadenza oppure saranno ancora valide nel periodo del mio matrimonio?
  • Ci sono delle location che hanno chiesto l’autorizzazione e che presumibilmente verranno autorizzate nei prossimi mesi?
  • Quanto costa sposarsi in queste location? (spesso i costi cambiano a seconda del posto, del giorno e dell’orario)

Segna bene tutte le risposte in uno schema ordinato.

6) Vai all’ufficio comunale

Se non dovesse essere possibile ricevere queste informazioni per telefono devi metterti in macchina ed andare a chiedere di persona.

7) Aggiorna la tua lista

Ora che hai la tua lista, la devi ridurre. Dall’elenco delle location autorizzate, togli quelle che non hanno la spiaggia, che non ti piacciono o che per qualche motivo non ritieni adatte. Lascia solo le tue preferite.

8) Contatta le location preferite

Ora che hai il tuo bell’elenco con le tue location preferite, contattale. Chiedi quali sono le date disponibili (se ce ne sono) e fissa un appuntamento per una visita. Mi raccomando, chiedi bene tutti i costi e verifica che ci sia un adeguato piano B!

2 Elementi cruciali a cui DEVI fare molta ATTENZIONE

Non è finita qui, perché ci sono degli aspetti molto importanti che non puoi permetterti di sottovalutare.

Prima di tutto, è possibile che non ci siano location autorizzate nella tua zona, o che non ce ne siano con la spiaggia. In quel caso NON CI PUOI FARE NIENTE. Inutile pestare i piedi, cercare scorciatoie o disperarsi. Dovrai cambiare progetto.

In questo caso la procedura corretta è fare il rito civile in comune un altro giorno, solo voi due e i testimoni, senza bisogno di festeggiamenti o sfarzo, e organizzare una cerimonia simbolica sulla spiaggia nel giorno del tuo matrimonio.

IMPORTANTE: con cerimonia simbolica NON intendo un finto rito civile, o una replica del rito civile. Se ti propongono una soluzione di questo tipo ti consiglio di rifiutare. Il risultato infatti sarebbe una squallida recita, che ti provocherebbe soltanto imbarazzo e attirerebbe su di te le peggiori critiche.

No, io parlo di un rito autentico, profondo, emozionante, che ti faccia sentire al settimo cielo, renda orgogliose le vostre famiglie e conquisti i tuoi invitati.

Mi sento di consigliartelo anche quando l’autorizzazione per il rito civile c’è.

Infatti, avere l’autorizzazione e poter celebrare il rito civile sulla spiaggia non ti garantisce che avrai una bella cerimonia.

Certo, sarà in un bello scenario, sarà bella nelle foto, ma non sarà emozionante da vivere.

Il rito civile è un atto burocratico molto freddo, che dura pochi minuti. Forse pensavi di arricchirlo, ma è molto difficile da personalizzare senza le dovute competenze. Rischi di fare un miscuglio poco efficace, che ti farà venire voglia di sprofondare proprio nel giorno che dovrebbe essere il più bello della tua vita.

Per questo ti consiglio di abbinare SEMPRE il rito civile ad una cerimonia simbolica autentica e su misura. Potranno essere celebrati in due giorni diversi oppure nello stesso giorno. Ci potranno essere due celebranti (un officiante laico e un funzionario del comune) oppure solo un celebrante da te scelto, con la delega del sindaco.

Questi sono tutti aspetti che si possono valutare in corso d’opera.

Per ora ricorda solo che la spiaggia NON ti garantisce un bel matrimonio. Se non mi credi prova ad andare sulla spiaggia, magari anche nel momento più romantico della giornata, e prova a leggere qualche articolo del codice civile.

E poi dimmi se ti sei emozionata. Vedrai che la risposta sarà NO.

Non volevi leggere solo gli articoli? Va bene. Prova a leggere qualche articolo del codice civile e una poesia.

E poi dimmi se ti sei emozionata. Vedrai che la risposta sarà ugualmente NO.

Perché non basta appiccicare poesie o gesti copiati dai film al rito civile per renderlo emozionante. Non basta trovarsi nel posto più bello del mondo per vivere profondamente un momento così unico. 

La creazione di una cerimonia è molto più complessa e andrebbe affidata a dei professionisti.

Quindi, prima ancora di preoccuparti di fare tutta questa ricerca, pensa a quello che vuoi VIVERE in quel momento.

Se vuoi io posso aiutarti. Non solo posso svolgere questa ricerca per te, ma posso scrivere un testo efficace e indimenticabile per la tua cerimonia e posso celebrarla con la delega del sindaco oppure insieme a lui.

Per maggiori informazioni compila il modulo contatti che trovi qui sotto, sarai ricontattata al più presto per una prima valutazione del tuo caso.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori.

Il tuo nome*

La tua email*

Il tuo numero di telefono*

La data del tuo matrimonio*

La località del tuo matrimonio*

Che tipo di rito hai scelto?*

Quali sono le tue principali preoccupazioni?*
Abbiamo tradizioni familiari diverseLa mia famiglia è preoccupata per la mia scelta di fare un rito personalizzatoNon mi sento a mio agio quando sono al centro dell'attenzioneLe cerimonie all'americana che ho visto in giro mi sono sembrate poco serieVoglio dimostrare a tutti che per me questo è un impegno solenne e importanteAltro (raccontamelo nel campo messaggio)

Da quanto tempo mi conosci?*

Come mi hai conosciuto?*

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa sulla privacy e di accettare il trattamento dei miei dati personali
Ho capito e accetto

Autorizzo la ricezione di informazioni commerciali e promozionali
Ho capito e accetto

A presto

Claudia

 

Tag

Claudia

Ciao, sono Claudia Carbonara, officiante professionista e ideatrice del metodo Cerimonia VIP. Leggi la mia storia nella pagina Chi sono.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close
Scarica ora l'Ebook GRATIS