dettagli

Che cos’è il programma di matrimonio e perché dovresti averlo?

Se hai provato a curiosare tra le immagini di pinterest alla ricerca di idee per la tua wedding stationery (o per dirla “come mangio” il coordinato grafico per le tue nozze) ti sarai imbattuta certamente nei wedding program. Il tuo pensiero probabilmente sarà stato di questo tipo:

“Ma di che si tratta? Serve? Dovrei farlo anch’io?”

Per questo oggi voglio rispondere a questa domanda, che è strettamente collegata all’ambito della cerimonia nuziale. Analizziamo insieme le varie parti di un programma nuziale, in modo da verificare cosa può esserti utile e cosa no.

Elementi del programma di matrimonio

1) I dati sulla cerimonia

Sono gli stessi che includeresti nelle partecipazioni: i nomi degli sposi, la data del matrimonio, il luogo dove si svolgerà il rito e l’orario di inizio. È molto carino ricordare questi elementi, ma nel caso di un matrimonio italiano non è indispensabile.

Probabilmente i vostri nomi e la data saranno presenti, più come elementi di una carta intestata che per altro, ma il resto dipende un po’ da quando intendi consegnare il programma. Se lo farai all’arrivo degli ospiti nel luogo del rito è evidente che sapranno già dove e a che ora questo si svolge.

Questo non significa che non possa essere una buona idea annotare tutte queste informazioni sul programma e usarlo come ricordo della giornata.

2) Lo schema della cerimonia

Come avverrà il rito? Ci sarà un’introduzione? Leggerà qualcuno? Quando sarà il momento delle fedi? E quello delle promesse?

I tuoi invitati saranno curiosi di saperlo ed essendo una cerimonia personalizzata e scritta per te non sapranno cosa aspettarsi. Per questo potrebbe essere carino usare il programma per dare loro una scaletta.

Se hai fatto i libretti della cerimonia questo potrebbe essere superfluo, ma potrebbe al contrario anche risolvere il problema di non far sapere loro tutto dall’inizio. Infatti il grosso inconveniente con i libretti della cerimonia è che gli invitati li leggono mentre aspettano l’inizio del rito (mentre tu fai ritardo, per intenderci) e quindi in un certo senso si rovinano la “sorpresa”.

3) I partecipanti

Partiamo col dire che un matrimonio americano non è come un matrimonio italiano. Ma va? -dirai tu- Aspetta, adesso ti spiego cosa intendo. In un matrimonio americano ci sono alcune cose che rivestono un’enorme importanza e che vanno tenute in considerazione per ragioni culturali e per galateo.

Per esempio il corteo nuziale e l’ordine in cui gli sposi con le damigelle, i groomsmen, i paggetti e le flower girls entreranno. Si tratta di ruoli d’onore che portano le persone selezionate per quel compito ad esserne molto orgogliose e a doversi assumere anche alcune responsabilità. Per questo è bene dare loro importanza e allo stesso tempo aiutarli a ricordare come si devono disporre e in che ordine devono entrare (sì, anche se avete fatto mille prove il giorno prima).

Nel programma di matrimonio vanno riportati tutti i nomi e i cognomi dei partecipanti e lo schema che seguirà il corteo. Può esserti molto utile se hai scelto di avere damigelle, paggetti e/o groomsmen, ma anche per onorare i testimoni.

4) Messaggi finali

Il programma è il posto giusto dove piazzare anche:

  • un ringraziamento per i presenti,
  • una dedica,
  • una citazione importante per te,
  • una battuta scherzosa
  • una frase che ricordi i cari defunti che non possono essere presenti alla cerimonia

nonché istruzioni su cosa succede dopo. Per esempio a che ora inizierà il ricevimento, qual è l’hashtag da usare per condividere le foto sui social, cosa vuoi che facciano gli ospiti (firmare il guestbook, usare il photobooth…) e così via.

Insomma il programma di matrimonio può contenere parecchie cose, e cambiare molto a seconda dei tuoi gusti e delle necessità collegate alle tue nozze. Resta comunque un ottimo strumento di comunicazione, per far arrivare tante informazioni ai tuoi invitati.

Non è detto infine che il programma di matrimonio debba essere un oggetto che va ad aggiungersi a quelli che hai già progettato. Puoi farlo diventare un ventaglio, oppure unirlo al libretto della cerimonia, o stamparlo sulle wedding bag… Insomma ti puoi sbizzarrire seguendo la tua fantasia!

Se hai bisogno di aiuto per progettare il programma di matrimonio, capire come organizzare le fasi della cerimonia, studiare come strutturare il corteo nuziale o qualsiasi altro dubbio riguardante il tuo rito nuziale e in generale il tuo matrimonio lasciami un commento o mandami una mail, sono felice di aiutarti!

Love

♥♥♥ Claudia

Tag

Claudia

Ciao, sono Claudia Carbonara, officiante professionista e ideatrice del metodo Cerimonia VIP. Leggi la mia storia nella pagina Chi sono.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close